IIEA

IIEA
S.A.L.A. Srl
CF. e P.IVA 02016070365
Iscr. al Registro
delle Imprese di Modena
N. 02016070365
R.E.A. n. 259410
Cap. Soc. € 10.400,00 i.v.

Glossario

Accesso Remoto: un computer è in accesso remoto ogni volta che si lavora su un programma o un documento residente su un altro computer o server, utilizzando un collegamento internet.
 
Applet: è un programma scritto in Java e inserito direttamente in una pagina web. Senza costringere l’utente a scaricare ulteriori programmi, gli consente di visualizzare brevi filmati, animazioni, ecc.
 
Applicativo: sinonimo di “programma informatico”.
 
Avatar: per entrare in alcune comunità virtuali è necessario scegliersi, oltre al nickname “soprannome”, un’icona o un disegnino che rappresenti colui che si desidera essere all’i nterno della comunità stessa. Questo è l’avatar.
 
Baco o bug: è l’errore nascosto in un programma, che, manifestandosi all’improvviso, rischia di inficiarne le funzionalità. Solitamente le aziende produttrici di software spendono milioni in controlli ovvero in debug dei loro prodotti.
 
Banner: è uno “striscione” pubblicitario che può rimandare ad un altro sito o a un’altra parte dello stesso sito oppure che viene utilizzato come parte comune “grafica” di un sito.
 
Bit:
l’unità di misura del linguaggio dei computer. I multipli sono i byte (8bit), i Kb (kilobyte, 1024 byte) e i Mb (Megabyte, 1024 Kb) e i Gb (gigabyte, 1024 Mb) e servono per calcolare il peso di ogni file o programma residente sul pc. 


Blended learning: Può riguardare l’uso di diversi media nell’ambito dell’e-learning, di diversi modelli didattici, di modalità sincrone e asincrone di studio. Il blended learning però è soprattutto conosciuto come modalità di erogazione di percorsi formativi che integra e-learning e formazione d’aula, soluzione che sta ottenendo un successo rilevante sia in efficacia che in gradimento.
 
Bounce: è un rimbalzo, ovvero quando i server non riescono a consegnare un’e-mail al destinatario la “rimbalzano” al mittente con un messaggio che spiega i motivi della mancata consegna.
 
Bps:
è la velocità di trasmissione dati del modem. La sigla significa Bit per secondo; i suoi multipli sono i Kbps (1024 Bps) e il Mbps (1024 Kbps).
 
Browser: è il programma grazie al quale è possibile visualizzare le pagine internet e i documenti multimediali. I due browser più noti sono Internet Explorer e Netscape, ma sono in forte crescita anche Mozzilla e Firefox.
 
Chat: per “chiacchierare” in internet e scambiarsi brevi messaggi (scritti, audio, video) in tempo reale è sufficiente scaricare un programma, recuperabile su qualsiasi sito abbia una chat al proprio interno. In seguito sarà necessario registrarsi alla chat e scegliersi un nickname, ovvero un soprannome con il quale si sarà conosciuti in questo mondo virtuale.
 
Cifratura o crittografia:
è un sistema antico per convertire i documenti in un formato apparentemente illeggibile: solo un’apposita chiave ne rende possibile la lettura. Oggi è possibile farlo anche per i documenti elettronici grazie all’utilizzo di un particolare software. Il metodo più utilizzato è il sistema a chiavi asimmetriche: chiunque può inviare documenti codificati grazie ad un software apposito e a una chiave pubblica, ma solo il possessore della chiave privata può decodificarli.
 
Client:
è un programma, installato nel computer, che permette di collegarti ad un computer remoto e di avere accesso a servizi e dati. Il client più diffuso è quello che invia al server del tuo provider la tua richiesta di accesso a internet e i tuoi dati, secondo un protocollo standard che si chiama TCP/IP. Esistono client anche per altri sui: per partecipare a una chat, per scaricare file FTP,ecc.
 
Compressione:
lo spazio è uno dei problemi principali della rete: i documenti che contengono immagini, video o brani musicali sono pesanti, si trasmettono lentamente e di conseguenza sono costosi (in termini di connessione) per l’utente finale. La soluzione è comprimerli in modo che occupino meno spazio. I principali formati compressi sono GIF e JPEG per le immagini, MP3 per la musica.
 
Comunità virtuali:
molti portali, siti e le stesse intranet offrono ai loro utenti spazi virtuali all’interno dei quali possono incontrarsi, chattare, partecipare a forum. In questo modo si creano delle vere e proprie comunità virtuali, spesso legate a particolari interessi.
 
Cookie:
è il frammento di un file che molti siti installano, al momento della connessione, sul pc degli utenti. Questo consente di tener traccia del loro passaggio e memorizzare alcune informazioni che verranno riutilizzate nei collegamenti successivi, come le scelte effettuate o i dati inseriti frequentemente.
 
Database:
è un archivio informatico organizzato secondo record e campi all’interno del quale si possono effettuare ricerche di diverso tipo.
 
DNS:
sono i server che trasformano l’indirizzo alfabetico (URL) di una pagina web in una sequenza di numeri (indirizzo IP)
 
Dominio:
la rete è divisa in zone, dette domini e a ognuno di queste corrisponde un sito. Nell’URL la parte più a destra (.it per esempio) indica il primo livello e identifica la nazione oppure il tipo di sito (.com commerciale, .gov governativo). La parte centrale dell’URL è il secondo livello ovvero il nome del sito. Dato che gli indirizzi internet devono essere unici, esistono organi preposti a concedere i diritti di uso dei nome con la Registration Authority italiana.
 
Extranet:
reti con tecnologia TCP/IP il cui scopo è connettere fra di loro in maniera protetta reti locali geograficamente lontane.
 
FAQ:
è la collezione di tutte (o quasi) le risposte alle domande frequenti (frequently asked questions) che gli utenti si pongono su un determinato argomento. Si trovano spesso nei siti che offrono servizi e nei newsgroup.
 
File:
ogni tipo di documento elettronico.
 
Firma digitale:
è l’equivalente della firma autografa sulla carta. La firma digitale, grazie all’uso delle chiavi asimmetriche, non solo ha valore legale, ma è più sicura in quanto può garantire il destinatario del documento sull’identità del mittente e sul fatto che il documento non è stato modificato dopo la firma.
 
Font:
carattere grafico. In internet l'uso dei font è limitato dalle possibilità dei browser. Le font di default sono 14 e l'attribuzione dei font in internet ragiona per sostituzione successiva. I programmi di web authoring selezionano pacchetti di font in serif e sans serif. Oltre al tipo font si può attribuire la grandezza (size), il modo (normale, neretto, corsivo, sottolineato), la posizione del testo orizzontale e verticale. In internet è preferibile favorire la leggibilità all'espressività dei font: studi compiuti sulla lettura a schermo hanno dimostrato che sono più leggibili i font a bastoni, quindi sono più funzionali il verdana e l'arial rispetto al times o al courier.
 
Forum:
è un gruppo di discussione su un determinato argomento. I forum possono essere completamente liberi oppure moderati, ovvero gli argomenti discussi e le risposte vengono vagliate da qualcuno prima di essere messe online.
 
FTP:
protocollo di comunicazione per il trasferimento di documenti su una rete TCP/IP. Di solito viene utilizzato per trasferire file di grandi dimensioni o per la messa online di siti amatoriali.
 
GIF o .gif:
Acronimo di Graphics Interchange Format. Formato di file di grafica adatto ai documenti del World Wide Web.

Gigabyte: Unità di misura della dimensione di un file pari approssimativamente a un miliardo di byte.
Home page : Pagina principale di un sito Web. Una home page contiene in genere collegamenti sia ad altre posizioni all'interno del sito sia a siti esterni. A seconda delle dimensioni, un sito Web può includere più home page.


HTML: Acronimo di Hypertext Markup Language, il linguaggio utilizzato per creare i collegamenti necessari per la visualizzazione dei documenti sul Web. ;<
http: Acronimo di Hypertext Transfer Protocol (Protocollo di trasferimento ipertesti), il protocollo di base della tecnologia World Wide Web che detta le regole per il software che effettua il trasferimento dei documenti HTML tramite Internet.


In linea: Connesso a Internet.


Indirizzo IP: Indirizzo di protocollo Internet di un computer connesso a Internet, comunemente rappresentato in notazione punto/decimale, ad esempio 128.121.4.5


Internet: Rete fisica che costituisce il World Wide Web e rende possibile l'invio di posta elettronica in tutto il mondo.


Intranet: Rete privata interna a una società. Le reti Intranet utilizzano di frequente protocolli Internet per trasferire informazioni. Sono spesso protette da Internet tramite firewall.


Invio: Operazione che consiste nell'inviare un messaggio a una comunità o a una pubblicazione in linea.
Ipertesto: Testo elettronico in un formato che consente un accesso immediato, tramite collegamenti, a un altro testo simile contenuto nello stesso documento o in un documento differente.


ISDN: Acronimo di Integrated Services Digital Network, una rete che svolge la funzione di servizio di connessione digitale per telefoni e altre periferiche di comunicazione. Una connessione ISDN è in grado di fornire un accesso a Internet a una velocità relativamente elevata, fino a un massimo di 128.000 bit al secondo.


ISP: Acronimo di Internet Service Provider (Provider di servizi Internet), un servizio che fornisce l'accesso a Internet tramite i propri server a società, organizzazioni e utenti privati.


Java™: Linguaggio di programmazione per oggetti sviluppato da Sun Microsystems utilizzato per creare applet o programmi che è possibile distribuire come allegati a documenti Web. Un'applet può essere inclusa in una pagina HTML proprio come un'immagine. Quando si utilizza un browser compatibile con Java, per visualizzare una pagina contenente un'applet Java, il codice di quest'ultima verrà trasferito nel sistema in uso ed eseguito dal browser.


JPEG o .jpg : Acronimo di Joint Photographic Experts Group, un formato di file di grafica adatto ai documenti Web.


LAN: Acronimo di Local Area Network, una rete che connette due o più computer all'interno di un'area relativamente limitata, spesso i locali di una società o di un'organizzazione, allo scopo di comunicare e di condividere i file.

LMS: acronimo di Learning Management System,l a piattaforma applicativa (o insieme di programmi) che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. Il learning management system presidia la distribuzione dei corsi on-line, l'iscrizione degli studenti, il tracciamento delle attività on-line. Gli LMS spesso operano in associazione con gli LCMS (learning content management system) che gestiscono direttamente i contenuti, mentre all'LMS resta la gestione degli utenti e l'analisi delle statistiche.

Learning object: sinteticamente noto come LO dal relativo acronimo, è una unità di istruzione per l'e-learning, riutilizzabile.I learning object costituiscono particolari tipi di risorse di apprendimento autoconsistenti, dotate di modularità, reperibilità, riusabilità e interoperabilità, che ne consentono la possibilità di impiego in contesti diversi.


Listserv: Gruppo di programmi utilizzati per gestire liste di distribuzione tramite la distribuzione, l'aggiunta e l'eliminazione di messaggi inviati alla lista.


Megabyte: Unità di misura della dimensione di un file pari approssimativamente a un milione di byte.


Modem: Abbreviazione di modulator/demodulator, una periferica hardware che connette un computer ad altri computer o a Internet attraverso una linea telefonica standard o ISDN. Vedere anche ISDN. Un modem può essere interno, ovvero incorporato nel computer, oppure esterno. Un modem esterno è costituito da una piccola scatola con cavi che consentono di collegare il computer a una linea telefonica. I modem sono classificati in base alla velocità, espressa in baud, alla quale trasmettono i dati. I modem standard attuali effettuano la trasmissione di dati a 28.800 o a 33.600 baud ma sono già disponibili anche nuovi modem a 56.000 baud. Vedere anche baud.


Motore di ricerca:Applicazione o servizio utilizzato per individuare file su una rete Intranet o sul Web, a cui è possibile accedere tramite un browser, ad esempio Microsoft Internet Explorer. I motori di ricerca Web più noti sono Excite, WebCrawler, Infoseek, Yahoo! e Lycos ma a questi se ne aggiungono sempre di nuovi.
Multimediale: Termine utilizzato per qualificare qualsiasi contenuto che comprenda testo, brani audio, immagini e/o video.


NCSA: Acronimo di National Center for Supercomputing Applications, un istituto di ricerche avanzate dell'Università dell'Illinois dove è stata sviluppata gran parte della tecnologia di base del World Wide Web. Il primo browser in grado di visualizzare grafica, denominato Mosaic, è stato infatti sviluppato dal NCSA.


Net: Se scritto con l'iniziale maiuscola rappresenta un'abbreviazione della parola Internet.


Netiquette: Combinazione di net e etiquette, un codice di comportamento non scritto per l'utilizzo corretto ed efficiente di Internet.


Newbie: Termine utilizzato per definire un principiante o un utente inesperto di Internet.


Newsgroup: Gruppo o forum di discussione su Usenet all'interno del quale è possibile condividere informazioni, idee, suggerimenti e opinioni su un particolare argomento. I newsgroup sono organizzati in base alle migliaia di argomenti contenuti.


Nome di dominio: Su Internet, il nome di un computer o di un gruppo di computer utilizzato per identificare la posizione elettronica e talvolta geografica del computer per la trasmissione dei dati. Il nome di dominio contiene in genere il nome di una società o di un'organizzazione e include sempre un suffisso di due o tre lettere che specifica il tipo di società o di organizzazione, all'interno degli Stati Uniti, oppure il paese del dominio. Nel nome di dominio microsoft.com, ad esempio, microsoft corrisponde al nome della società e com indica che si tratta di una società commerciale. Tra gli altri suffissi utilizzati negli Stati Uniti vi sono gov, per gli enti governativi, edu, per le istituzioni educative, org, per le organizzazioni di solito non a scopo di lucro, e net, un suffisso generico talvolta utilizzato anche per le società commerciali. All'esterno degli Stati Uniti, per denotare il paese del dominio, vengono utilizzati suffissi di due lettere, ad esempio it, per l'Italia, de, abbreviazione di Deutschland, per la Germania e jp, per il Giappone.


Non in linea: Non connesso a Internet.

Open source: Categoria di software il cui codice è disponibile all'utente, che può effettuare tutte le modifiche che vuole senza nessun costo.


Operazione guidata: Funzionalità che guida l'utente attraverso i passaggi necessari al completamento di un'operazione.


Pagina: Porzione di contenuto del World Wide Web, definita da un unico file HTML e indicata da un unico indirizzo URL.


Piattaforma: Hardware e software di sistema alla base di un sistema computerizzato.


plug-in: Componente o modulo software che estende le funzionalità di un'applicazione, in genere per consentire la lettura o la visualizzazione di particolari tipi di file. Nei browser Web i plug-in consentono la visualizzazione di contenuto arricchito con brani audio, video e animazioni.


Posta elettronica: Sistema per l'invio di messaggi da un computer a un altro attraverso una rete. Microsoft Exchange e Eudora sono due delle più diffuse applicazioni di posta elettronica.


PPP: Acronimo di Point-to-Point Protocol, una configurazione utilizzata per connettere due computer tramite una linea telefonica o tramite un collegamento di rete con la stessa funzione di una linea telefonica.


Preferiti: Collegamenti a pagine o indirizzi a cui si desidera tornare frequentemente. In Microsoft Internet Explorer è appunto disponibile una caratteristica denominata Preferiti per organizzare e memorizzare i siti Web visitati di frequente.


Programma per conversazioni: Applicazione di rete che consente a più utenti di effettuare "conversazioni" in tempo reale digitando messaggi sui relativi computer e inviandoli attraverso una rete locale o Internet. Alcuni programmi per conversazioni avanzati, ad esempio PowWow, supportano conversazioni a viva voce e lo scambio di diversi oggetti multimediali, quali file di grafica o di fotografie.


Protocollo: Sistema di regole o di standard per comunicare attraverso una rete, in particolare Internet. Computer e reti interagiscono in funzione dei protocolli utilizzati i quali determinano il comportamento che ciascun computer si attende dall'altro durante il trasferimento di informazioni.


Realtà virtuale: Spazio 3D generato con il computer che simula un reale ambiente fisico.

Repository:è un ambiente di un sistema informativo (di tipo ERP), in cui vengono gestiti i metadati, attraverso tabelle relazionali; l'insieme di tabelle, regole e motori di calcolo tramite cui si gestiscono i metadati prende il nome di metabase.Si tratta di qualcosa di più sofisticato del mero dizionario dati, ed è un ambiente che può essere implementato attraverso numerose piattaforme hardware e sistemi di gestione dei database (o DBMS, acronimo del corrispondente termine inglese DataBase Management Systems).


Script: Metodo di programmazione rapida che consente anche agli utenti meno esperti di arricchire il contenuto Web che hanno realizzato e ai programmatori di creare applicazioni semplici in breve tempo.


Segnalibro: Caratteristica che consente di memorizzare l'indirizzo di un sito Web per facilitarne l'ulteriore visualizzazione. Accedendo a un segnalibro sarà possibile connettersi direttamente al sito desiderato, senza dover ricorrere ai normali percorsi di connessione.

Self-assessment: Processo attraverso il quale lo studente determina il proprio livello di conoscenze


Senza filo: Qualunque tipo di comunicazione a distanza che non si avvale di fili, quali ad esempio le comunicazioni a infrarossi, cellulari e satellitari.


Server: Computer o relativo software che fornisce servizi ad altri computer su una rete effettuando operazioni di rete e di gestione di file. I computer che si avvalgono del server contengono software client. I browser, ad esempio Microsoft Internet Explorer, sono un esempio di software client. Vedere anche client.


Servizio in linea: Servizio a pagamento al quale è possibile abbonarsi per connettersi con facilità a Internet. Un servizio in linea può ad esempio presentare notiziari o informazioni finanziarie in modo coerente e organizzato.


Shareware : Software disponibile per una prova gratuita, ma per il quale l'autore o lo sviluppatore richiede il pagamento nel caso si decida di tenerlo. Viene in genere sviluppato da piccole società o da singoli programmatori per risolvere uno specifico problema di elaborazione o per sviluppare un'applicazione originale. In alcuni casi, quando si effettua il pagamento, insieme al software si riceve anche la documentazione relativa.


Sito: Insieme di pagine Web correlate che si trovano sullo stesso server e sono interconnesse da collegamenti dinamici.


SLIP: Acronimo di Serial Line Internet Protocol, un tipo di protocollo di accesso remoto utilizzato per la connessione di un computer a Internet.


Snail mail: Termine utilizzato per indicare la posta inviata tramite i servizi postali tradizionali.


SPAM: Messaggi fuori tema, spesso di natura commerciale, in genere inviati a più destinatari non interessati.

Storyboard: Presentazione dettagliata di un progetto multimediale che illustra le caratteristiche e funzionalità di un corso e-learning. 


Streaming di brani audio: Cattura in tempo reale di dati audio in un file audio o trasmissione di tali dati, sempre in tempo reale, attraverso Internet. Tramite uno specifico plug-in per browser Web è possibile decomprimere e riprodurre i dati mentre vengono trasferiti attraverso il Web al proprio computer. Lo streaming di brani audio o di video consente di eliminare il ritardo risultante dal processo di download di un intero file e dalla successiva riproduzione di quest'ultimo con un'applicazione di supporto.


Stringa: Insieme di caratteri alfanumerici utilizzati come input per operazioni di calcolo o di ricerca.


TCP/IP:
   Acronimo di Transmission Control Protocol (Protocollo di controllo trasmissione) e Internet Protocol (Protocollo Internet), i due protocolli che stabiliscono la modalità con la quale computer e reti gestiscono il flusso di informazioni attraverso Internet.


Telnet: Programma di emulazione di terminali utilizzato per l'accesso a un altro computer, in particolare a computer mainframe di notevoli dimensioni, come quelli contenenti i cataloghi in linea di biblioteche. Quando si utilizza Telnet per accedere a un catalogo computerizzato di una biblioteca, è possibile accedere ai file che costituiscono i record della biblioteca.


Tempo reale: Tempo effettivamente impiegato per effettuare un'operazione qualsiasi. Le interazioni in tempo reale avvengono senza ritardi né pause dovute all'elaborazione dei dati.
Upload: Processo di trasferimento di un file da un computer locale a uno remoto tramite un modem o una rete.


URL: Acronimo di Uniform Resource Locator (Localizzatore universale di risorse), l'indirizzo che specifica la posizione di un file sul Web. Un indirizzo URL è costituito in genere da quattro parti, ovvero dal protocollo, dal server o dominio, dal percorso e dal nome del file, anche se talvolta il percorso o il nome del file non è specificato. Un esempio di indirizzo URL sul World Wide Web può essere http:www.microsoft.com/rivista/sommario/predefinito.htm dove http corrisponde al protocollo, http://www.microsoft.com/ al server o dominio, rivista/sommario al percorso e predefinito.htm al nome del file.


Usenet: Sistema di servizi BBS sul quale gli utenti possono condividere informazioni, idee, suggerimenti e opinioni.


Virus: Riferito ai computer, programma pericoloso che individua altri programmi e li "infetta" riproducendosi in essi. I virus vengono attivati quando il programma infettato viene eseguito, ma possono risiedere a lungo all'interno di un computer senza rivelarsi all'utente e diffondendosi in altre posizioni oppure possono essere eseguiti immediatamente. Quando un virus è in esecuzione può dar luogo a molteplici fenomeni di diversa gravità, dalla visualizzazione di messaggi fastidiosi ma inoffensivi all'eliminazione di file nel disco rigido. I virus si diffondono per effetto del trasferimento di file da un computer all'altro, tramite disco o attraverso una rete, inclusa la rete Internet. Per questo motivo si consiglia sempre di utilizzare uno dei programmi antivirus aggiornati che è possibile scaricare da numerosi siti Web.


VRML: Acronimo di Virtual Reality Modeling Language, un insieme di codici utilizzati per scrivere i file per programmi di realtà virtuale 3D


Web: Abbreviazione di World Wide Web.


World Wide Web: Sistema che fornisce un'interfaccia grafica di semplice utilizzo per l'esplorazione di Internet tramite collegamenti ipertestuali


World Wide Web Consortium: Consorzio industriale guidato dal Laboratorio di Scienze dell'informazione del Massachusetts Institute of Technology, che promuove standard e favorisce l'interoperabilità tra prodotti del World Wide Web. Originariamente basato presso il Laboratorio europeo di fisica nucleare (CERN, Conseil Européen pour la Recherche Nucléaire) di Ginevra, dove è stata sviluppata la tecnologia World Wide Web, il Consortium ha ottenuto un successo modesto nella promozione della cooperazione tra le tecnologie Web a causa delle numerose società private spesso reticenti a condividere i propri segreti.  

 

Torna su

 

 

e-learning
e-commerce